Uno degli argomenti più dibattuti nel mondo dell'ayahuasca è senza dubbio quale debba essere il giusto costo delle cerimonie in cui viene utilizzata. Senza neanche scendere troppo nei particolari - senza quindi chiedersi 'come' venga usata, da chi, e perché - molti sostengono che l'ayahuasca dovrebbe essere di libero accesso e non costare nulla.

La situazione di relativa tranquillità di cui gode la comunità ayahuasquera italiana è frutto di eventi accaduti un decennio fa, che hanno coinvolto alcuni seguaci della chiesa italiana del Santo Daime. E' grazie al loro sacrificio e alla loro tenacia che oggi alcuni si sentono in diritto di affermare che "l'ayahuasca è legale in Italia". Vediamo quanto c'è di vero in questa affermazione.

In questo testo, redatto nel 2013 per conto dell'associazione ICEERS, vengono riassunte le più significative ricerche scientifiche sull'ayahuasca. Il linguaggio, tra lo scientifico e il divulgativo, rende lo scritto fruibile ai più, e mette in luce le principali scoperte in relazione agli effetti, alla sicurezza, ai rischi e alle potenzialità terapeutiche.

Durante il processo che ha protato alla legalizzazione dell'ayahausca in Brasile accadde un fatto molto rilevante, anche senza nessun valore giuridico effettivo: l'elaborazione di principi etici comuni da parte di tutti i gruppi religiosi che usavano l'ayahuasca, con l'intento si stabilire procedure di comportamento e principi etici comuni e condivisi.
Qui ne riportiamo il testo integrale, per l'enorme testimonianza storica che rappresenta.

L'ayahuasca è un decotto originario delle popolazioni indigene della foresta Amazzonica, ricavato dalla lenta ebollizione di due specie vegetali, la liana Banisteriopsis Caapi (comunemente chiamata ayahuasca, che dà il nome al decotto) e la Psychotria viridis (comunemente detta chacruna), di cui si usano le foglie.

La legalità dell'ayahuasca è un argomento molto serio: non si può semplicemente dire che l'ayahuasca debba diventare legale tout-court, senza condizioni, né si può dire che debba essere bandita come altre sostanze d'abuso oggetto della cosiddetta 'guerra alla droga'.

L'ayahuasca è una medicina tradizionale dei popoli indigeni dell'Amazzonia, da loro è stata scoperta e da loro è stata affinato ed elaborato il modo tradizionale di usarla. Voler far a meno della tradizione è indice di immaturità e scelleratezza, oltreché di quel senso di superiorità tipico del nostro etnocentrismo.

Ogni giorno, in tutto il mondo, si tengono un numero indefinito di cerimonie di ayahuasca, contando tutti i possibili contesti d’uso, dai numerosi centri sorti ad hoc nei vari paesi del Sudamerica, alle chiese sincretiche e i loro distaccamenti in tutto il mondo, alle cerimonie dei curanderos che visitano gli stati esteri e quelle tenute da facilitatori di varia natura. 

Da quando l’ayahuasca ha iniziato a diffondersi nel mondo occidentale, e i primi studi scientifici sui rischi e sulla sicurezza sono stati condotti su proposta delle chiese del Santo Daime e dell’UDV Brasiliane, l’interesse scientifico è cresciuto di anno di anno in maniera esponenziale.

Sin dalle prime ricerche è emerso che l’uso dell’ayahuasca è relativamente privo di rischi dal punto di vista sia fisico che psicologico.

Nell'ayahuasca scienza religione e tradizione si incontrano. Scoperta e tramandata all'interno delle tradizioni indigene, l'ayahuasca si è dapprima trasformata nel sacramento delle religioni cristiano-sincretiche dei Brasile, per poi trasferirsi, sotto la spinta delle stesse, nei laboratori di ricerca delle principali Università.

Questo documento presenta i punti per le best practices elaborati da ICEERS nel 2013. E' uno dei documenti base con cui sono stati sviluppati molti degli altri protocolli di etica e sicurezza.

Associazioni pro-ayahuasca
Associazioni pro-ayahuasca

Da quando l'ayahuasca ha fatto la sua comparsa nel mondo occidentale si sono costituite diverse associazioni, formalmente e non, per monitorare e facilitare l'integrazione del suo uso all'interno della nostra società, che è di tipo sicuramente diverso da quelle in cui è nato.

Questi sono i 18 criteri elaborati dall'ADF Fund per l'ammissibilità ai loro servizi di supporto legale, per i gruppi che ne facciano richiesta in caso di controversie legate all'ayahuasca

PLANTAFORMA (PDA)
PLANTAFORMA (PDA)

Questi sono i punti del codice etico per un uso responsabile dell'ayahuasca, elaborati dall'associazione spagnola Plantaforma. Questa guida deontologica è stata elaborata e firmata di comune accordo tra chiese sincretiche, rappresentanti di lignaggi sciamanici e facilitatori occidentali impengati a mantenere una buona reputazione dell'ayahuasca.

Non senza difficoltà l'ayahuasca è stata integrata nelle società occidentali. Non senza difficoltà alcuni soggetti di rilievo pubblico hanno tentato di esprimere la loro opinione su quale fosse il giusto approccio a questa medicina e bevanda sacra. Qui presentiamo alcuni dei raggiungimenti più significativi in questo campo, con i criteri etici e deontologici elaborati dalle principali associazioni che si sono occupate del tema nel corso degli anni. Affrontiamo anche il tema della sostenibilità ambientale e sociale del consumo di ayahuasca, che pure deve essere tenuto in considerazione se vogliamo poter affermare di farne un uso totalmente responsabile.

Vai all'inizio della pagina