Non senza difficoltà l'ayahuasca è stata integrata nelle società occidentali. Non senza difficoltà alcuni soggetti di rilievo pubblico hanno tentato di esprimere la loro opinione su quale fosse il giusto approccio a questa medicina e bevanda sacra. Qui presentiamo alcuni dei raggiungimenti più significativi in questo campo, con i criteri etici e deontologici elaborati dalle principali associazioni che si sono occupate del tema nel corso degli anni. Affrontiamo anche il tema della sostenibilità ambientale e sociale del consumo di ayahuasca, che pure deve essere tenuto in considerazione se vogliamo poter affermare di farne un uso totalmente responsabile.

Associazioni pro-ayahuasca
Associazioni pro-ayahuasca

Da quando l'ayahuasca ha fatto la sua comparsa nel mondo occidentale si sono costituite diverse associazioni, formalmente e non, per monitorare e facilitare l'integrazione del suo uso all'interno della nostra società, che è di tipo sicuramente diverso da quelle in cui è nato.

Durante il processo che ha protato alla legalizzazione dell'ayahausca in Brasile accadde un fatto molto rilevante, anche senza nessun valore giuridico effettivo: l'elaborazione di principi etici comuni da parte di tutti i gruppi religiosi che usavano l'ayahuasca, con l'intento si stabilire procedure di comportamento e principi etici comuni e condivisi.
Qui ne riportiamo il testo integrale, per l'enorme testimonianza storica che rappresenta.

Questo documento presenta i punti per le best practices elaborati da ICEERS nel 2013. E' uno dei documenti base con cui sono stati sviluppati molti degli altri protocolli di etica e sicurezza.

Questi sono i 18 criteri elaborati dall'ADF Fund per l'ammissibilità ai loro servizi di supporto legale, per i gruppi che ne facciano richiesta in caso di controversie legate all'ayahuasca

PLANTAFORMA (PDA)
PLANTAFORMA (PDA)

Questi sono i punti del codice etico per un uso responsabile dell'ayahuasca, elaborati dall'associazione spagnola Plantaforma. Questa guida deontologica è stata elaborata e firmata di comune accordo tra chiese sincretiche, rappresentanti di lignaggi sciamanici e facilitatori occidentali impengati a mantenere una buona reputazione dell'ayahuasca.

Ogni giorno, in tutto il mondo, si tengono un numero indefinito di cerimonie di ayahuasca, contando tutti i possibili contesti d’uso, dai numerosi centri sorti ad hoc nei vari paesi del Sudamerica, alle chiese sincretiche e i loro distaccamenti in tutto il mondo, alle cerimonie dei curanderos che visitano gli stati esteri e quelle tenute da facilitatori di varia natura. 

Uno degli argomenti più dibattuti nel mondo dell'ayahuasca è senza dubbio quale debba essere il giusto costo delle cerimonie in cui viene utilizzata. Senza neanche scendere troppo nei particolari - senza quindi chiedersi 'come' venga usata, da chi, e perché - molti sostengono che l'ayahuasca dovrebbe essere di libero accesso e non costare nulla.

Vai all'inizio della pagina